luci votive

LUCI VOTIVE

Nel nostro cimitero come in tanti altri, sulle tombe dei nostri cari defunti ci sono le luci votive.

Cosa sono? Sono le lampadine elettriche sempre accese all’interno di lampade attaccate alla lapide o tomba del nostro caro.

Fino a qualche anno fa, quasi tutti mettevano la luce votiva sulla tomba, poi, vuoi il costo (30 euro circa) vuoi che spesso sono bruciate e la gente dice che pagare la luce per non averla non ha senso.

Veniamo al dunque. Intanto per avere la luce va fatta domanda all’ufficio Urp del nostro comune, l’allaccio che si paga solo una volta, costa euro 20,53 ed il canone annuo è di euro 25,90 per ogni lampadina.

Considerando che il problema delle luci spesso spente era un problema conosciuto da anni e di difficile soluzione, inoltre, visti anche i costi di consumo, il comune, che gestisce questo servizio, si è ora dotato di luci a led, costano di più ma la durata delle lampadina è decisamente molto superiore di quelle ad incandescenza e la luce che emettono è anche più intensa e bella.

C’è da dire che comunque non verranno cambiate tutte in blocco ma al bisogno, quindi, QUANDO ANDATE AL CIMITERO E LA LUCE E’ SPENTA, dovete comunicarlo al custode (dal lunedì al sabato dalle 8 alle 12,30) o all’Urp che provvederanno ad informare l’elettricista.

Ci tengo a precisare che l’elettricista, per quanto si possa impegnare non può riuscire a sapere quali sono le lampadine bruciate se non aprendo la lampada, visto che moltissime nel tempo sono state disattivate, quando apre trova solo 2 morsetti di sicurezza, diventa un lavoro inutile e dispendioso, perciò, serve la vostra collaborazione.

Nel campo a terra (inumazione), a parte alcune file che erano collegate, non c’è più impianto elettrico, esistono però delle luci a led con pannellino fotovoltaico e batteria che si possono inserire nelle lampade, questo vale anche per le lapidi, perciò, se vi interessa questa soluzione ne possiamo parlare.

Fenati Giorgio

[contact-form-7 404 "Not Found"]